Image
Top
Navigation


Staff & Fondatori


Il Festival della Laicità dal 2015 ad oggi

Direzione Scientifica


Monica Lanfranco

Giornalista, formatrice sui temi della differenza di genere e sul conflitto e portavoce del Coordinamento Nazionale delle Consulte per la laicità delle Istituzioni. Femminista, i suoii siti sono www.monicalanfranco.it, www.radiodelledonne.org, www.mareaonline.it, www.altradimora.it e manutenzionilapiece.
Da 19 anni dirige il trimestrale femminista Marea.

 

Giulio Giorello

Laureato in filosofia nel 1968 e in matematica nel 1971 presso l’Università degli Studi di Milano, sotto la guida di Ludovico Geymonat ha quindi insegnato dapprima Meccanica Razionale presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli studi di Pavia, per poi passare alla Facoltà di Scienze presso l’Università degli Studi di Catania, a quella di Scienze naturali presso l’Università dell’Insubria e al Politecnico di Milano e quindi Filosofia della scienza presso l’Università degli Studi di Milano. Ha diviso i suoi interessi tra lo studio di critica e crescita della conoscenza con particolare riferimento alle discipline fisico-matematiche e l’analisi dei vari modelli di convivenza politica; dalle sue prime ricerche in filosofia e storia della matematica, i suoi interessi si sono poi ampliati verso le tematiche del cambiamento scientifico e delle relazioni tra scienza, etica e politica. Si è occupato anche di storia della scienza – in particolare le dispute novecentesche sul “metodo” – e di storia delle matematiche.

 

Fondatori


 

Tommaso Ulivieri

Nato ad Arco nel ’66 studia a Bolzano fino al Liceo classico “G. Carducci”. Appassionato di archeologia e di politica, fonda e lavora per una cooperativa di scavi e restauro e si avvicina alle idee del concittadino ecologista Alex Langer. Si iscrive alla facoltà di Lettere moderne di Udine, corso di laurea in “Conservazione dei beni culturali”.
Obiettore di coscienza, svolge servizio civile presso una casa di riposo per anziani. Frequenta corsi di catalogazione informatica di Beni Culturali e di “educazione permanente” e lavora a progetto per la Provincia Autonoma di Bolzano e il Museo di Riva del Garda. E’ assunto in Cartiere del Garda nel 1997, prima della nascita della figlia Layla. Si interessa al nascente movimento “no global” e, dopo le giornate di Genova del luglio 2001, organizza eventi e partecipa alla creazione e conduzione di circoli partitici e associazioni culturali. E’ vicepresidente del Consiglio comunale di Arco (TN) dal 2010 al 2014.

 

Patrizia Soprano

Sposata, due figli. Nata a Torino, si trasferisce nel 1987 a Monza dove di lì a poco tempo inizia a svolgere attività di “counselling”, che la porterà ad affrontare situazioni di grave disagio esistenziale, in pazienti oncologici quasi sempre a prognosi infausta.
Esercita questa professione per lo più in strutture hospice a Monza, S.Maria delle Grazie, e Milano Clinica Capitanio. Trasferitasi nel 2009 ad Arco (Tn) inizia ad impegnarsi sul territorio in ambito sociale culturale e politico.
Nel 2010 viene eletta Vice Presidente Circoscrizionale ad Arco nel Comitato di Partecipazione di Romarzollo.
Carica che tutt’ora ricopre. Membro del Direttivo Rete Civiche Alto Garda e Ledro.
Componente del Direttivo Lista Civica con Betta. Da sempre vicina alle posizioni del PD, viene candidata dal Partito Democratico nelle elezioni provinciali dell’ottobre 2013 come esponente civica nel Partito Democratico. Nel 2015 è candidata per la Lista Civica con Betta per le elezioni comunali del marzo 2015. Organizzatrice di eventi culturali sempre finalizzati alla divulgazione e alla sensibilizzazione di temi etici quali ad es. il Testamento Biologico.Impegnata in una pluralità di Associazioni culturali attive sul territorio.

 

Matteo Ruffoni

Matteo Ruffoni, illuminista ed attivista del movimento a favore del software libero, laureato in matematica, insegnante di matematica e scienze all’IC valle di Ledro. Attivo nel movimento pacifista e di solidarietà internazionale dal 1980 negli anni 2000 si adopera per la promozione e la diffusione del software libero come forma di condivisione del sapere. Fortemente convinto della intrinseca positività del pensiero e del metodo scientifico, si ritrova costretto a contrastare privilegi e pregiudizi che intaccano la libertà e l’uguaglianza di ognuno nella fruizione dei diritti individuali, non dimentico di continuare a sostenere la forte necessità di solidarietà umana universale. Alle molte risposte “vere” e facili, preferisce qualche difficile domanda.

 

Alessandro Giacomini

Presidente di Alpicoop , è stato il Segretario dei Laici Trentini per i diritti civili, indicato dalla compianta Margherita Hack come suo fiduciario testamentale.
Non credente, ritengo che l’etica non derivi da una qualsiasi religione ma dai principi di coscienza che permettono a chiunque di avere una visione laica della vita, ovvero rispettosa del prossimo, della sua individualità e della sua libertà.

 

Roberto Bordin

Laureato in Matematica, insegna la stessa materia all’IIS “Don Milani” di Rovereto, per la maggiore sui corsi serali.
Sbattezzato dal 2009, è referente UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) per il Trentino e Segretario provinciale di “Democrazia Atea”.
Tesserato ANPI, rifiuta categoricamente qualsiasi ideologia che mira alla soppressione delle libertà democratiche. Convinto sostenitore di un’economia anticapitalista basata prima di tutto sulla condivisione, è molto attivo nel CouchSurfing.
Del tutto favorevole alla liberalizzazione delle droghe leggere e convinto assertore dello stretto legame fra la cultura cattolica e quella del proibizionismo.